Libri gratis? Esistono, ma pochi lo sanno

Libri gratis? Esistono, ma pochi lo sanno

Leggere è un’attività economica, basta sapere dove cercare

L’Italia, si sa, non è un paese di grandi lettori. Un po’ per motivi culturali, un po’ per questioni economiche, un po’ perché a volte manca la tradizione. Sull’aspetto economico, però, una cosa bisogna dirla: è un falso problema. La lettura, infatti, è un’attività economica, in alcuni casi addirittura gratuita. Ma siamo sicuri che tutti lo sappiano? Probabilmente no.
Ecco dunque un po’ di consigli su come e dove trovare libri gratis – o quasi –.

Quando si vuole comprare un libro, il primo posto che viene in mente è la libreria. Lì potete trovare i libri intonsi e immacolati, freschi di stampa, ognuno col suo profumo caratteristico; ma il prezzo pieno, quello di copertina, non è sostenibile per tutti.

Ecco quindi una serie di consigli per leggere spendendo poco o addirittura nulla.

Libri usati: dove e perché?

La prima soluzione è l’usato. Libri sfogliati più e più volte, passati di mano in mano, libri trovati per caso in un angolo in cantina, regalati e mai letti o letti una volta e mai più, libri antichi o solo vecchi, ingialliti o macchiati di caffè, libri che raccontano le storie dei loro lettori. Come avrete capito, per me i libri usati sono una buona occasione per leggere altre storie, quelle dei loro proprietari; ma il loro principale vantaggio è proprio il prezzo contenuto, tanto che a volte potete portarvi a casa un libro con solo un euro.

Tralasciando le preferenze di ogni lettore, sicuramente l’usato è una soluzione economica da prendere in considerazione: ma dove si trovano i libri usati? Bancarelle, librerie, negozi online e offline come Libraccio, gruppi e communities sui social network, siti web come Comprovendolibri o Libridea, oppure gli e-commerce generalisti come Amazon… La scelta è ampia e il piacere di passeggiare tra le bancarelle di libri usati è impareggiabile, soprattutto se in luoghi suggestivi come sotto i portici di Torino, tanto per dirne una.

Libri gratis: un ritorno al baratto

Se ritenete che anche comprare libri usati sia troppo dispendioso per le vostre possibilità o non avete librerie e bancarelle sotto casa, potete ricorrere a una forma di commercio antichissima, ma ancora attuale: il baratto.
Nello scambio di libri l’unica spesa da sostenere è quella della spedizione, che nel nostro caso è molto economica e si chiama ‘Piego di libri’; con questa soluzione potete fare la spezisione, sebbene non tracciabile, con solo 1 euro e 28 centesimi, più il costo della busta, che tra l’altro si può riutilizzare per il prossimo scambio.

Alcuni siti web dove è possibile scambiare libri sono i generici Swapick e Zerorelativo, per esempio, o il più specifico Acciobooks, attorno al quali è cresciuta un’ampia community – andate a sbirciare i loro account social per farvi un’idea -.

Se la biblioteca non va dal lettore, il lettore va alla biblioteca

Un modo ancora più economico per leggere è la biblioteca; andate in quella più vicina a voi e iscrivetevi: avrete a disposizione un immenso patrimonio di libri, audiolibri, materiale audiovisivo, giornali e riviste da consultare o prendere in prestito.
Tuttavia, c’è un ma: non tutti hanno una biblioteca vicino a casa; ci sono delle zone, infatti, dove la concentrazione di biblioteche è molto bassa; è quindi difficile, scomodo, se non impossibile raggiungerla ogni volta che si vuole leggere un libro.

Ma anche questo problema ha una soluzione: MLOL.

MLOL, acronimo di Media Library OnLine, è la prima rete italiana di biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche per il prestito digitale. Qui si trova quell’immenso patrimonio di cui parlavamo prima, ma accessibile ovunque e in qualunque momento.

Per utilizzare il servizio bisogna essere iscritti a una delle biblioteche aderenti, per poi avere a disposizione tutto il materiale online. Sul portale MLOL potete consultare gratuitamente la collezione digitale della vostra biblioteca: ebook, musica, film, giornali, banche dati, corsi di formazione online (e-learning), archivi di immagini e molto altro, da fruire in streaming o scaricare sui vostri dispositivi (smartphone, tablet, computer o e-reader).
In tal modo avete raggiunto la biblioteca rimanendo comodamente seduti sul divano.

Tra gli ebook disponibili su MLOL ce ne sono alcuni denominati ‘Risorse OPEN‘: ad accesso libero, sono disponibili in rete per tutti e senza bisogno di registrazione. Sono opere i cui diritti d’autore sono scaduti oppure messe a disposizione dall’autore, ma in ogni caso libere e gratuite. MLOL ha creato un portale specifico per questi materiali, Openmlol, ma ci sono altri siti su cui potete trovarli, per esempio il Progetto Gutemberg o Liber Liber.

App per scaricare libri gratis e abbonamenti mensili

In alternativa, potete scaricare ebook a basso prezzo o gratuiti dagli store o dalle rispettive app degli e-reader come Kindle o Kobo, oppure dalle app native di Android (Google Play Libri) o iOS (iBooks).

Infine, con qualche euro in più, su alcune di queste piattaforme potete attivare degli abbonamenti mensili (come quello per la musica su Spotify, per intenderci) e avere un accesso decisamente più ampio a tutte le risorse.

Ora che sapete come leggere libri gratis: quale sarà la vostra prossima lettura?

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.